biglietto-auguri-cuore

MAMMA

Oggi è la festa della mamma, anche se poi si festeggerà domenica… 

Quindi bisogna fare tanti auguri alla mamma, ognuno alla propria, io li faccio alla mia super mamma, che mi sopporta, che mi guarda storto, che mi sgrida ancora adesso, che ride con me e che mi fa ridere, io le faccio tanti auguri, ma poi mi domando: basta fare gli auguri o anche un regalino alla persona che ti ha dato la vita? Basta che un giorno all’anno io le dica “auguri”? ovviamente no… ma come ogni anno è quello che ho fatto, non sono andata con lei quando è uscita, non sono stata accomodante quando ha avuto un problema con il cellulare, non sono stata gentile, sono una cattiva figlia? forse… o forse è solo la vita che ti fa sempre correre anche quando dovresti essere a casa in ferie, anche quando potresti prendertela con calma, e fai lo stesso imperdonabile errore ogni volta: credi avere tutto il tempo del mondo, credi che tanto una cosa non fatta oggi, la puoi fare domani… ma la mia mamma non è un vetro da lavare, se non l’ho lavato oggi, lo lavo domani mattina, la mia mamma è la persona che 35 anni fa mi ha messo al mondo, mi ha sostenuto, fatto crescere, istruito, mi ha insegnato quello che so, e io oggi non le ho detto che le voglio bene… allora glielo scrivo, anche se a lei non piace leggere… ma questo lo leggerà… TI VOGLIO BENE MAMMA! Tantissimo! 

Approfondisci

pese

PESCE D’APRILE E… TANTI AUGURI MAMMA!

Oggi è il 1° Aprile… è tantissimo che non scrivo sul blog… altri tremiladuecento impegni mi hanno trattenuta, ma eccomi qui… in questo giorno in cui si “festeggia” il pesce d’aprile… Da piccola era quasi un incubo andare a scuola, ti appendevano pesci di carta alla schiena e poi ti prendevano in giro, bisognava camminare rasente ai muri! Quando poi sono andata alle medie e alle superiori e dovevo prendere i mezzi era una rovina! Non eri tranquilla mai, nemmeno durante la lezione! Ora è diverso… siamo grandi… lavoriamo… e in ufficio non ci sono pesci appesi alle spalle della gente… e nemmeno in treno lo fanno… siamo tutte cresciute per questi giochetti… Però oggi, come tutti gli anni, è il compleanno della mia mamma! Lei è l’esempio femminile che per primo ho avuto, mi ha insegnato tanto, praticamente tutto… mi ha sgridato, mi ha lodato, mi ha schiaffeggiato, mi ha rincorso per casa, mi ha visto ridere, mi ha visto piangere, e lei era sempre lì, accanto a me… come ogni brava mamma fa per i figli, ma lei è la mia di mamma, e per me è speciale e io le voglio bene, e oggi lo scrivo anche qui! Perchè io sono la figlia che non dice… la figlia che non esprime i sentimenti, quella che dice raramente “ti voglio bene”, quella che telefona poco, quella che sta giorni interni senza farsi sentire, quella che sembra sempre con la testa tra le nuvole, ma sono pronta sempre per la mia famiglia e per la mia mamma, esattamente come mia sorella (anche se lei telefona di più) … E quindi oggi lo dico qui, lo urlo, lo scrivo: tanti auguri mamma di cuore!

Approfondisci

cinquanta sfumature

Mr. Grey mi aspetta! Ma prima con mamma…

Stasera con le mie amiche Chiara ed Alice andrò ad un appuntamento molto speciale… ci aspetta Mr. Cinquanta Sfumature… ho avuto pareri contrastanti su questo film… chissà… è un po’ come per il libro pare: o lo ami o lo odi. Vi farò sapere che ne penso io… In ogni caso nell’attesa del film, la serata è partita bene. Sono passata a trovare mamma e papà ed è stato davvero divertenti e molto dolce stare seduta sul lettone con mamma a scegliere gli accessori per il suo vestito di carnevale di domani sera. Come ai vecchi tempi, lei ribalta tutte le collane e i braccialetti, io che li faccio passare sbrodolo dei commenti, la obbligo a buttare qualcosa, poi scelgo quei tre semplici accessori per domani, e lei che si fida ad occhi chiusi… poi sistemiamo gli altri e puntualmente qualche accessori viene a casa con me perchè troppo pesante o vistoso o colorato per lei… e allora vengono rifilati a me che tutta felice li portovia… Mi piacciono questi momenti, sempre rari purtroppo per la vita troppo frenetica che facciamo… dovrei fermarmi più spesso, dovrei viverne di più di questi momenti con loro… Vi voglio bene mamma e papà!

Approfondisci